I tuoi risultati di ricerca

Lo Stile Wadoryu

Pubblicato da Lanfranco Lombardi il 27 Agosto 2020
| 1

Il Wado Ryu è una delle quattro principali scuole di karate insieme allo Shito Ryu, Goju Ryu e Shotokan.

A differenza delle altre scuole, il suo fondatore non è originario di Okinawa e per questo motivo, il Wado Ryu risulta influenzato profondamente dal Budo Giapponese.

Il Maestro Hironori Otzuka, infatti, nasce nella Prefettura di Ibaragi, nei pressi di Tokyo dove, all’età di 13 anni, inizia a studiare la spada e soprattutto il Jujitsu presso la scuola Yoshin-Ryu continuando la pratica per 17 anni finchè, nel 1922, conosce il maestro Funakoshi a Tokyo in occasione di un’esibizione alla quale era stato invitato dal Maestro Jigoro Kano. Inizia a studiare Karate con lui cercando continuamente di integrare l’esperienza maturata nello studio del Jujitsu. Il lavoro risulta proficuo ma non è abbastanza per il maestro Otzuka che non vuole limitarsi al mero studio dei Kata in quanto convinto, sulla base della precedente pratica nel Budo, d’integrarlo inserendo le applicazioni del Kumite. Termina, così, la collaborazione con il Maestro Funakoshi e nel 1934 apre il suo Dojo a Tokyo dando vita alla scuola Wado Ryu.

Hironori Ohtsuka
Soke Hironori Ohtsuka

Nel frattempo, tramite un adepto di Kendo, conosce il Maestro Kenwa Mabuni attraverso il quale, per lui che non aveva potuto fare viaggi di ricerca ad Okinawa, riesce ad approfondire gli aspetti dello studio dei Kata inziato con il Mestro Funakoshi.

Otzuka stabilisce nove Kata fondamentali di stile:

  • cinque Pinan
  • Naianchi
  • Kushanku
  • Seishan
  • Chinto

Ritiene, infatti, che questi Kata, anche se pochi rispetto a quelli di altri stili, contengano gli elementi tecnici presenti nei Kata quali:

  • Bassai
  • Jion
  • Jitte
  • Rohai
  • Wanshu

e che siano, quindi, ampiamente sufficienti.

La scuola della via dell’Armonia o della Pace ed il simbolo è rappresentato dalla colomba insieme al pugno o insieme al kanji.
Il kanji  rappresenta il WA che può significare Armonia o Pace ed è stato scelto dal Maestro Otzuka per indicare l’origine Giapponese del Wado Ryu rispetto agli stili di Okinawa.

La colomba, oltre a simbolo di pace, rappresenta Hachiman, il Dio della Guerra Giapponese, protettore dei Samurai e dei combattenti.

All’inizio degli anni ’60 i primi allievi del Maestro Otzuka:

  • Tatsuo Suzuki
  • Teruo Kono
  • Hiroo Mochizuki
  • Atsuo Yamashita
  • Yutaka Toyama
  • Masafumi Shiomitsu

arrivano in Europa ad insegnare il Karate Wado Ryu.

In quel periodo viene fondata la FAJKO (Official All Style Zen Nippon Karatedo Renmei).

La Wadokai diventa FAJKO Wadokai e successivamente JKF Wadokai (Japan Karate Federation Wadokai) in quanto collabora attivamente con la JKF, la Federazione ufficiale in Giappone.

Nel 1980 il Maestro Otsuka decide di ritirarsi dalla guida del Wado Karate e nomina come suo successore il  figlio Jiro. La decisione non viene condivisa, avviene uno scisma e viene fondata la Wadokai.
Il 20 novembre 1981 avviene l’abdicazione ufficiale di Sensei Otsuka padre in favore del figlio Jiro il quale, unitamente al gruppo da lui diretto, si stacca dalla JKF-Wadokai per fondare la Wadoryu Renmei che si prefigge lo scopo di studiare il Wado Ryu tradizionale.

Il 29 gennaio 1982 il Maestro Hironori Otzuka ci lascia

Nel 1989 il Maestro Suzuki lascia la Wadoryu Renmei e fonda la WIKF (Wado International Karate-Do Federation).

Nello stesso anno Jiro Otzuka costituisce la International Wado Academy attualmente diretta dal maestro Masafumi Shiomitsu.

Considerazioni di stile

Il Wado Ryu viene sempre indicato quale stile caratteristico per il lavoro nel kumite. Questo è essenzialmente vero considerando l’esperienza del Maestro Otsuka antecedente al Karate.

Il Wado Ryu è armonia, leggerezza e fluidità, anticipo e ripartenza, decontrazione e velocità, rapidità negli spostamenti e nelle uscite laterali.

Personalmente, però, credo che non possa essere circoscritto solamente al Kumite. Sono convinto, infatti, che il Maestro Otzuka abbia lavorato con la stessa attenzione anche nei Kata apportando gli stessi principi nello studio delle applicazioni dei Kata stessi.


Articolo scritto da Lanfranco Lombardi

Vuoi condividere la tua esperienza di Karateka?

Crea il tuo Account Karateka ed inviaci i tuoi articoli assieme alle immagini a news@karatebook.it

I tuoi articoli saranno pubblicati nelle News se approvati da Admin.

Un commento a “Lo Stile Wadoryu

  • admin
    il 14 Settembre 2020

    Grazie Sensei Lanfranco per il prezioso contributo, OSU!

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  • Articoli Recenti

  • Articoli per Categoria

  • Articoli per Argomento

  • Archivio Articoli

  • Iscriviti alla nostra Newsletter

Confronta Eventi